Homepage Università degli Studi di Padova
Homepage Centro Musei
Biblioteca dell'Orto Botanico

Con il patrocinio del

logo comune pd

Comune di Padova

Asia

India e Cina

Home

Percorso Storico

Percorso Etnografico

Avanti>>

<Indietro

pioppo

 

pagoda piccolo

 

Brahma

 

statuette

ginseng

 

pagoda800

 

 

Mente Piperita

Geografico

 

rafano

zenzero

 

 

Ingrandimento foto>

Pioppo tremulo(Populus tremula L. - famiglia Salicaceae)
Pianta piuttosto longeva che vive in tutta Europa e in gran parte dell’Asia, il nome specifico allude al tremolio delle foglie. Insieme al pioppo nero, è pianta usata fin dall’antichità per le sue  proprietà diuretiche, balsamiche e anti-reumatiche.
Usi “magici”:  aiuta ad affrontare paure sconosciute.
Nauigatio ac itinerarium Iohannis Hugonis Linscotani in orientalem siue Lusitanorum Indiam …  -  Hagae-Comitis : ex officinam Alberti Henrici. Impensis authoris & Cornelii Nicolai, prostantque apud Aegidium Elsevirum, 1599.
Menta piperita(Mentha x piperita L. - famiglia Labiateae)
Tutta la pianta racchiude un olio essenziale che contiene, tra le varie sostanze, il mentolo, aromatico e rinfrescante che viene usato in liquoreria, oltre a flavonoidi che sono al contempo stimolanti, sedativi e attivanti delle funzioni digestive.
Usi “magici”: in tempi antichi con le foglie fresche si preparava un infuso, mentre quelle secche venivano bruciate come incenso o messe nei sacchetti per ottenere guarigione e purificazione. Il suo profumo accresce la forza psico-fisica e la volontà favorendo al tempo stesso il benessere e l’ottimismo.
Viaggio da Tolone alle isole Canarie, in America, Affrica e Asia... del signor Dumont d'Urville. – Firenze : Pietro Zanardini, 1829.
Amœnitatum exoticarum politico-physico-medicarum fasciculi 5 … auctore Engelbero Kæpfero ... - Lemgoviæ: typis & impensis Henrici Wilhelmi Meyeri, Aulae Lippiacæ typographi, 1712.
Voyage aux Indes orientales et a la Chine ... Par m. Sonnerat ... - A Paris: chez l'auteur, rue S. Andre-des-arts, vis-a-vis la rue de l'Eperon, maison de m. Menissier, marchand d'etoffes de soie : [chez] Froule, libraire, pont Notre-Dame. : [chez] : Nyon, rue du Jardinet. : [chez] : Barrois, le jeune, rue du Hurepoix, 1782.

Statuetta raffigurante Sarasvati (bronzo)
Sarasvati, moglie di Brahma, è venerata come dea delle arti e delle scienze. E' anche divinità della musica, motivo per il quale è raffigurata con in mano uno strumento musicale (vina) simile al liuto. E' seduta sul suo veicolo, il cigno bianco, che simboleggia discernimento tra bene e male: si dice che se gli si offre una mistura di acqua e latte, egli riesca a bere solo il latte.

Statuetta raffigurante Hanuman (bronzo - inizio XX secolo)
Il soggetto raffigurato è Hanuman, semidio scimmia venerato come divinità tutelare della medicina. Tiene in mano una montagna in riferimento a un episodio leggendario. Si dice che potesse assumere sembianze enormi e che grazie a queste abbia potuto raccogliere il l'intero cocuzzolo della montagna sulla quale crescevano le erbe che avrebbero salvato la vita al fratello di Rama ferito in battaglia.

Statuetta raffigurante Hanuman (ottone - fine XIX secolo)
Diversa raffigurazione di Hanuman, il semidio scimmia venerato dalla religione induista.

Rafano o Cren(Armoracia rusticana Gaertner, Meyer et Scherb. - famiglia Cruciferae)
Pianta originaria della Russia meridionale e dell’Asia occidentale, si diffuse in tutta Europa nel XVI secolo. La radice, lunga e carnosa, ha un sapore molto pungente, simile a quello della senape. Consumata come condimento stimola la digestione ed esercita una funzione protettiva sull'intestino. In erboristeria si prepara un estratto per la cura della bronchite, della gotta e per gli stati di affaticamento. Inoltre, la si può utilizzare come revulsivo: la radice, macerata con grappa e quindi strofinata energicamente sulla parte malata, è in grado di sciogliere il dolore.
Bussola luopan(Legno laccato, fine XIX secolo, Collezione Bardi)
Strumento impiegato per i calcoli geomantici del feng shui, allo scopo di determinare il corretto orientamento di un edificio. Dato un sistema circolare di interpretazione dello spazio, a ogni direzione cardinale viene associato un particolare ambito della vita sociale. Il Nord, ad esempio, è legato alla carriera, l'Est alla salute e alla famiglia. Le direzioni propizie nella bussola sono contrassegnate dal colore rosso.
Ginseng(Panax ginseng L. - famiglia Araliaceae)
Della pianta, nativa della Cina, si utilizza la radice, molto ramificata e carnosa, che in virtù della sua forma somigliante al corpo umano ne ha determinato il nome dal cinese jen shen (radice d'uomo). Al ginseng sono state attribuite proprietà medicinali, afrodisiache e magiche.
Usi “magici”: elimina le influenze malefiche.
[donata dalla ditta Brisighello di Solesino- Padova]
Zenzero(Zingiber officinale Roscoe - famiglia Zingiberaceae)
Pianta originaria dell’India e della Malesia, viene coltivata nelle regioni tropicali per i rizomi usati come condimento aromatico. Già usata ai tempi di Confucio, arrivò in Medio Oriente e in Europa prima dell’epoca romana. Nota a Dioscoride e Plinio, viene menzionata da Marco Polo ne “Il Milione”. Durante il Medioevo si riteneva potesse preservare dalla peste e i marinai ne facevano uso contro lo scorbuto. E’ abitualmente utilizzato come tonico per i convalescenti.
Usi “magici”: messo in sacchettini o bevuto come infuso conferisce energia e forza.



 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bussola Luopang

India
Il termine ayurveda significa letteralmente “scienza della vita”. Secondo la mitologia indiana l'ayurveda è un dono proveniente dal dio Brahma, il creatore di tutte le cose che assieme a Siva e Visnu costituisce la Trimurti, la trinità indù. Lo scopo dell'ayurveda non è di curare una data malattia, ma di restaurare nel paziente uno stato di armonia con se stesso. Questo significa andare al cuore di tutte le malattie che si manifestano nell'individuo.
L'erboristica ayurvedica si fonda su una precisa teoria energetica. Le proprietà delle piante sono sistematicamente poste in relazione con il loro sapore, con i cinque elementi, con il potere riscaldante o raffreddante.
Virya è la potenza insita in ogni pianta. Le piante con il loro sapore tendono a riscaldare o a raffreddare il corpo e in ciò consiste la loro fondamentale azione energetica. Le piante dal sapore pungente come il rafano e le varie spezie impiegate nella cucina indiana, per esempio il pepe, il peperoncino, lo zenzero e altre spezie piccanti, hanno un effetto riscaldante e migliorano la circolazione del sangue. Le piante dal sapore amaro (es: pioppo tremulo) sono antipiretiche e depurano il sangue.
La fitoterapia indiana utilizza oltre 3000 specie vegetali di cui alcune diffuse in Occidente e altre sconosciute, la cui funzione è quella di ripristinare l'equilibrio tra le energie vitali di cui è composto ogni individuo. La somministrazione delle piante è regolata da leggi precise. Anzitutto gli orari : non si prende alcun farmaco in un momento qualsiasi della giornata. Nelle varie pratiche adottate dalla medicina ayurvedica anche i massaggi occupano un posto importante, così come l'alimentazione e la meditazione. I massaggi sono fatti con oli vegetali arricchiti di essenze: in modo da beneficiare delle virtù delle piante.

[torna su]

Cina
La medicina cinese è una delle più antiche del mondo. Essa è articolata intorno alla nozione di energia che ha una doppia polarità: yin e yang, i due principi legati da relazioni d'opposizione, di complementarietà e d'alternanza. All'interno del corpo si ha la stessa dinamica: quando un organo diventa troppo yin, ciò comporta un rallentamento del metabolismo fisiologico. Al contrario, se diviene troppo yang, si ha un'accelerazione del metabolismo. Yin e yang devono quindi rimanere in un equilibrio che conserva la vita e assicura la salute.
Una delle principali branche della medicina cinese è la farmacologia, che è nata intorno al III secolo a.C. con l'opera dell'imperatore Shen Nong (divinizzato nel corso dei secoli come nume della medicina e della farmacologia).
Le erbe vengono trattate e somministrate per la loro capacità di modificare l'andamento energetico e funzionale del corpo e quindi il rapporto yin/yang. Ogni pianta ha una sua "natura" che può essere calda, fredda o neutra, in base alla sua la capacità di influire sull'organismo, accelerando o rallentando l'azione delle energie e le funzioni corporee. Le piante a natura calda (es: zenzero) vengono impiegate per espellere il freddo, le piante a natura fredda (es: menta) vengono impiegate per rinfrescare il sangue e le piante a natura neutra (es: ginseng) servono per tonificare e armonizzare l'organismo.
Le foglie polverizzate di Artemisia vulgaris vengono impiegate nella tecnica della moxibustione, ossia il riscaldamento di aree cutanee, sovrastanti punti di agopuntura o percorsi energetici, al fine di ottenere una risoluzione di evento patologico.
Un'altra branca della medicina cinese è il feng shui, ossia la pratica di orientare gli spazi abitativi secondo le direzioni più propizie e quindi più salubri per l'individuo. Per identificare tali direzioni si impiega una particolare bussola chiamata luopan.

[torna su]